Rassegna Stampa

La Provincia di Como, 28 Novembre 2018

Colombo, dai creditori via libera al concordato – Salvi 50 posti di lavoro

Approvato dai creditori il concordato preventivo in continuità della Colombo spa Industrie Tessili. Questo apre uno spiraglio per l’azienda e 50 lavoratori. Un passaggio avvenuto in queste ore, con i creditori e in particolare i fornitori e le banche –sottolinea la società – che hanno dato l’ok a larga maggioranza. Ora la parola passa al tribunale di Como che il 10 dicembre avrà l’udienza di omologazione. I creditori sono circa 300 e il voto è stato del 74% dell’ammontare dei crediti. La società appartenente al gruppo Colombo ha superato il mezzo secolo di attività nei tessuti per abbigliamento e ha tra i clienti importanti operatori della moda. Lo scorso anno aveva richiesto al Tribunale – il giudice delegato è Marco Mancini – di essere ammessa alla procedura di concordato preventivo. Questo per far fronte alla crisi economico-finanziaria che aveva creato anche altre ferite nel distretto lariano. A febbraio lo stesso tribunale ha attestato la fattibilità della strategia messa a punto dagli advisor della società e ha ammesso il concordato preventivo. Per l’operazione, Colombo si è rivolta a professionisti esperti di crisi aziendale: i dottori commercialisti Mario e Francesco Porcaro dello Studio Porcaro Commercialisti & avvocati di Milano e Benevento, gli avvocati Claudio Ceriani e Ivan Fossati dello Studio legale Scf di Milano, poi Lara Basso per la parte sindacale e Giovanni Diana, esperto in ristrutturazioni aziendaliin veste di chief restructuring officer.  Mancava un passaggio cruciale quello dei creditori, appunto.

Questi sono rappresentati per oltre il 50% da istituti di credito e hanno esaminato anche la relazione
del commissario giudiziale Gastone Minola, che aveva espresso «parere pienamente favorevole
all’approvazione della proposta di concordato». Secondo quanto comunicato dagli advisor, i creditori «hanno ritenuto utile e vantaggiosa la prosecuzione dell’attività aziendale attraverso il concordato preventivo in continuità». Il 3 dicembre ci sarà l’incontro con i sindacati, il 10 appunto l’udienza per l’omologazione in tribunale. Se tutto andrà come previsto, il 2019 potrebbe essere l’anno per
cominciare a lasciarsi la crisi alle spalle. Nel frattempo – ricorda Mario Porcaro – l’operazione Esselunga è stata completata (venduto un terreno di proprietà familiare per sostenere l’azienda) e i lavoratori si sono trasferiti nel nuovo stabilimento, sempre in quella zona.
«Noi abbiamo seguito molti casi in Italia – conclude Porcaro – e devo dire che il tribunale è stato molto celere e sia il giudice delegato sia il commissario hanno dato un contributo fondamentale, ciascuno nel rispetto del proprio ruolo».

TopLegal, 14 Marzo 2018

Scf e Porcaro per il concordato di Colombo Industrie Tessili

Colombo Industrie Tessili, impresa comasca della famiglia Colombo, attiva da oltre 50 anni nel settore tessile – abbigliamento, è stata ammessa dal Tribunale di Como alla procedura di concordato preventivo in continuità. Al fine di superare gli effetti della crisi del settore di appartenenza e avviare un progetto di risanamento e rilancio aziendale, la società è stata assistita dallo studio Scf quale advisor legale e dallo studio Porcaro quale advisor finanziario.

 Giovanni Diana, esperto in ristrutturazioni aziendali, ha agito in qualità di chief restructuring officer.

Leggi l’articolo completo qui.

Comunicato stampa, 7 Giugno 2017

RILANCIO PER LE INDUSTRIE TESSILI COLOMBO: AUMENTO DI CAPITALE E RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO

La “Colombo S.p.A. Industrie Tessili,” storica impresa comasca, che fa riferimento alla famiglia Colombo, attiva da oltre 50 anni nel settore tessile – abbigliamento, che occupa oltre 100 lavoratori di cui 70 diretti, ha chiesto al Tribunale di Como la concessione di un termine per la definizione di un Accordo di Ristrutturazione dei Debiti, ex art. 182-bis L.F., con gli Istituti di Credito e i principali creditori non finanziari.

Caratterizzato da una storia di successo lunga oltre mezzo secolo e intenzionato a proseguire su questo solco, il Gruppo Colombo ha da sempre rappresentato una dinamica realtà nel settore dei tessuti “serici” per abbigliamento femminile.

Il Gruppo negli anni ha perseguito strategie di incremento della propria quota di mercato mediante operazioni di acquisizione.

 La Società nell’ultimo periodo ha risentito degli effetti della grave crisi del settore di appartenenza; ha pertanto definito e attuato un   piano industriale che ha comportato azioni di razionalizzazione dei costi attraverso un alleggerimento della struttura produttiva e l’attuazione di strategie commerciali al fine di dare nuovo impulso all’attività di impresa.

A completamento del percorso di rilancio deve essere portato a termine l’Accordo di Ristrutturazione dei debiti. Le trattative con gli Istituti di Credito sono in corso  e nelle scorse settimane si sono tenuti diversi incontri finalizzati alla conclusione che si auspica sia la  più rapida possibile.

Per tale operazione la società si è rivolta a professionisti esperti di crisi aziendale, lo Studio Bird & Bird  (legali del Ceto Bancario), i Dott.ri Mario Porcaro e Francesco Porcaro dello “Studio Porcaro Commercialisti & Avvocati” (advisor finanziari), gli Avv. Claudio Ceriani e Ivan Fossati dello “Studio Legale SCF” (advisor legali) ed  il dott. Giovanni Diana, esperto in ristrutturazioni aziendali, in qualità di Chief Restructuring Officer.

L’operazione, in via di definizione, prevedrà un rilevante impegno finanziario da parte della famiglia Colombo, che comporterà anche la dismissione di importanti asset immobiliari.

La finanza immessa dalla famiglia verrà destinata al rilancio della azienda e al soddisfacimento dei creditori.

Le aspettative della famiglia e degli advisor della Società sono di una definizione positiva e rapida degli accordi.

Il Sole 24 Ore, 3 Novembre 2016

Tutti i consulenti coinvolti nel rilancio del Gruppo Olio Dante

“Il 27 ottobre la Famiglia Mataluni, Oxy Capital Italia, Attestor Capital e le banche creditrici hanno sottoscritto presso lo studio notarile Marchetti di Milano gli accordi in merito alla ristrutturazione finanziaria e societaria del Gruppo Olio Dante. Il Gruppo Olio Dante è annoverato tra i produttori leader italiani ed europei di olio d’oliva, dispone di impianti produttivi all’avanguardia ed è proprietario di marchi storici della filiera agro alimentare italiana…Giovanni Diana ha agito in qualità di advisor di Oxy Capital Italia…”

Leggi l’articolo completo qui.

Corriere della Sera, 28 Ottobre 2016

Gruppo Olio Dante: piano di rilancio dai Mataluni, Oxy Capital e Attestor Capital

Leggi l’articolo completo qui.

IlQuaderno.it, 9 Maggio 2016

Olio Dante al Cibus 2016 di Parma: pronti a raccogliere le nuove sfide dell’agroalimentare

“L’agroalimentare come asse centrale nello sviluppo del Paese e del Sistema Italia”. Con queste parole il Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina ha aperto il Cibus 2016, il Salone Internazionale dell’Alimentazione organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare, che ha aperto i battenti oggi nella città emiliana e che proseguirà fino al 12 maggio. Alla cerimonia di inaugurazione, presente l’azienda sannita Olio Dante SpA, una delle eccellenze alimentari che sta animando i padiglioni della manifestazione…Tra i nuovi volti della rinnovata governance anche il Consigliere di Amministrazione Giovanni Diana, nominato nel CDA dell’azienda dal Fondo Trinity, che è stto presentato dal Presidente Mataluni al Ministro Martina.”

Leggi l’articolo completo qui.

Affari Italiani, 13 Settembre 2010

E le PMI romane vanno a scuola di management

…A seguirà una tavola rotonda che analizzerà storie di successo di alcune Aziende italiane ed internazionali. Interverranno per l’occasione: Bruno Cavazzuti General Manager AVESTA INDUSTRIES – Francia; Ignacio de Benito Presidente e Ceo CRISBE – Spagna; Giovanni Diana General Manager ETRION Italia del Gruppo Etrion Corporation – Svizzera; Andrea Severini CFO Direttore Finanziario RAINBOW (creatrice del fenomeno Winx, una delle principali aziende di animazione a livello mondiale) – Italia…

Leggi l’articolo completo qui.

FE Investegate, 31 Marzo 2009

The Directors of The Abaco Financials Fund Limited (the ‘Fund’) wish to announce the appointment of Giovanni Diana as a Director to the Fund, with effect from 3 March, 2009..

Leggi l’articolo completo qui.

AdnKronos, 31 Gennaio 2003

CEMENTO: CEMEX SBARCA IN ITALIA, UN GIGANTE SUL MERCATO

…Il progetto e’ già nella fase conclusiva: sono state richieste le autorizzazioni e le ispezioni di legge e l’impianto dovrebbe essere operativo subito dopo l’estate del 2004, al piu’ tardi. La branca italiana della multinazionale e’ guidata da Giovanni Diana….

Leggi l’articolo completo qui.